NatalePackagingRiciclo creativoTutorial

Furoshiki: l’arte di incartare i regali con la stoffa

posted by Giulia Cimitan dicembre 3, 2013 40 Comments
incartare i regali con la stoffa con la tecnica del Furoshiki

Se dovessi trovare un filo conduttore, direi che il 2013 è stato l’anno del riciclo creativo, un tema molto bello che quest’anno ha popolato moltissimi blog creativi con idee divertenti ed inusuali per riutilizzare qualcosa che giace in fondo ad un cassetto o che avremmo buttato via.
Sull’onda di ciò, vi avevo già proposto qualche post fa un packaging natalizio ecologico con dei tetrapak riciclati. Oggi vi mostro invece come incartare i regali di Natale in un modo originale, ad impatto zero e
utilizzabile da chi lo riceve in svariati modi.

Si tratta della tecnica del furoshiki, che come si può intuire dal nome è di origine giapponese (sempre avanti sti giappo!), che consiste nell’annodare un foulard o quadrato di stoffa per creare svariate figure, che vanno dall’incarto di oggetti a borse e cestini.
Potete quindi scegliere la stoffa che più vi piace, e magari allegare un bigliettino che mostri tutte le figure che
si possono creare, e avrete fatto un doppio regalo riducendo nel contempo a zero i rifiuti.

incartare i regali di Natale con la tecnica del furoshiki

Nell’immagine qui sotto e sul sito del governo giapponese trovate alcune idee (io ho realizzato la prima), ma ci si può sbizzarrire con la fantasia!

tutorial furoshiki
Foto da Furoshikiecoconcept

Il tessuto che ho utilizzato è una bellissima seta di Stocktex, perfetta per realizzare poi delle borse.
Vi segnalo che sul sito e-commerce trovate una sezione dedicata ai tessuti natalizi, e che tramite questo link è possibile usufruire di uno sconto del 25% fino al 24 dicembre!

Stocktex - tendaggi e tessuti

E voi, che idee avete per il vostro packaging natalizio?

You may also like

40 Comments

Silvia Tine Prenna dicembre 4, 2013 at 01:21

Fantastici questi pacchetti, è un’ottima idea! Quest’anno vorrei restare su colori e texture un po’ grezze… Mi piacciono molto le pigne che hai inserito, oltre alla stoffa che è bellissima 🙂

Reply
Tendaggi-tessuti dicembre 4, 2013 at 10:43

Ciao Silvia,
Grazie per il complimento sulla stoffa! 😉

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 08:57

Grazie Silvia!
Quest’anno texture grezze anche io…siamo allineate 🙂
baci!

Reply
Alice dicembre 4, 2013 at 09:06

Bellissima idea, da sfruttare x natale
baci
alice

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 08:58

Senz’altro originale e utilissima 🙂
baci!

Reply
gilda dicembre 4, 2013 at 09:42

Eh ma che figata sta cosa… 🙂
Originalissima!!
Mi piace scoprire blog come questi…
Grazie per essere passata a trovarmi. ^____*
Gilda

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 09:00

Non c’è cosa che mi renda più felice del fornire spunti 🙂
a presto!

Reply
bilibina dicembre 4, 2013 at 09:58

E’ un’idea bellissima, e mi piace molto l’accostamento con elementi naturali..buona giornata!
Carmen

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:27

Grazie! Piace molto anche a me 🙂
un bacione!

Reply
Stefania Labò dicembre 4, 2013 at 09:59

Bellissima questa tecnica, non la conoscevo, grazie infinite per la condivisione

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:28

Se sperimenti aggiornami, mi raccomando 🙂

Reply
mamma, vieni?! dicembre 4, 2013 at 10:01

Molto interessante

Reply
simona gentile dicembre 4, 2013 at 10:17

ma che belle queste confezioni…un peccato disfarle!poi decorate son le pigne un’amore! bacioni simona e buona giornata

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:29

Grazie Simo 🙂
il bello è che una volta disfate si possono ricostruire in mille modi…e il divertimento è provarli tutti!
baci 🙂

Reply
Mirtilla dicembre 4, 2013 at 11:24

idea carinissima, ed il tutorial e’eccezzionale!!!

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:32

Anche a me è piaciuta molto…e penso proprio che la userò 🙂
un bacio!

Reply
NUNU' dicembre 4, 2013 at 12:49

Cara Giulia,
questi pacchetti sono incredibili, oltretutto “l’imballo” torna utile per farci qualcos’altro … no? Doppio regalo quindi!!!
Bellissima quest’idea.
Un abbraccio

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:34

Esatto…hai visto in quanti modi utili si può annodare? Piacerà un sacco a chi non ama cucire ^^
baci!

Reply
Laura dicembre 4, 2013 at 12:59

Interessante questa tecnica, non la conoscevo. Hai fatto un pacchetto davvero bello e invernale. Ciao!

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:35

Direi che ha tutti i vantaggi: utilità, riciclo, ecologicità (esisterà questo termine?)…ed è bellissimo 🙂
baci!

Reply
Elisabetta dicembre 4, 2013 at 13:42

Non si finisce mai di imparare nuove tecniche, ma la creatività conosce confini?
Un abbraccio

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:39

Direi di no…ed è questo il bello 🙂
un bacio!

Reply
La Pansè di Mary dicembre 4, 2013 at 16:39

Caspita che bello.
Devo provare..
Il cartello con i disegni sembra la spiegazione dell’origami..
Grazie Giulia.

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:37

Beh più o meno si potrebbero definire origami con la stoffa 🙂
baci!

Reply
Matite e Pennelli dicembre 4, 2013 at 20:09

Ciao e grazie per aver scritto questo post. Mi hai fatto scoprire un nuovo mondo! E’ una tecnica molto interessante. Studierò attentamente lo schema che ci hai offerto e proverò anche io.

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:40

Anche io la ritengo molto affascinante…allora tienimi aggiornata! 🙂

Reply
Pamela dicembre 4, 2013 at 21:28

Che bella questa idea, non ho mai provato! mi piace molto anche il colore che ci hai mostrato, naturale.
un bacione

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:42

Quest’anno andrò di colori naturali: carta da pacchi, pigne, spago…
un bacione 🙂

Reply
Clelia P dicembre 4, 2013 at 22:18

guardo sempre affascinata queseti tutorial.. non so se sarei in grado però! hee hee
Clelia

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:44

Massì dai, per una come te non esiste il “non sono in grado” 😉
poi ci sono i disegnini dai, se li ho capiti io ;p

Reply
Fashion Riddles dicembre 4, 2013 at 22:38

Ottima idea!
Abbiamo trasferito il nostro blog, ti va di seguire con gfc anche quello nuovo? Ovviamente ricambiamo!
http://www.sevacolazione.blogspot.it
S&V

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:45

Passo subito! Però non è connesso al vostro profilo blogger, vero?

Reply
Clara dicembre 4, 2013 at 22:39

Idea strepitosa!!!!!!!!! Ma sai che non la conoscevo? Trooooooppo originale!!!!!!!!!

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:46

I giappo sono dei veri geni!
un bacio 🙂

Reply
gloria. dicembre 5, 2013 at 01:32

bellissima idea …da adottare.glo

Reply
Semplicementedani dicembre 5, 2013 at 11:53

Un’idea geniale, grazie mille! Dani

Reply
Manuela Paronetto dicembre 5, 2013 at 15:27

Bravissima!!!! Io conoscevo questa tecnica e l’ho utilizzata più volte!

Reply
Giulia Cimitan dicembre 10, 2013 at 01:29

Che figure hai realizzato? Se hai delle foto le vedo volentieri! 🙂
un bacione!

Reply
Bianca B dicembre 6, 2013 at 12:08

Questo è stupendo, adoro i pacchi un po’ rustici e semplici. Bravissima.

Reply
Giulia Cimitan dicembre 7, 2013 at 10:56

Grazie Bianca 🙂
I tuoi pacchi, e soprattutto le tag, saranno stratosferiche!!

Reply

Lascia un commento:

Leggi articolo precedente:
muffin ricotta, cioccolato e mandorle
Muffin ricotta, cioccolato e mandorle

Primo dicembre, prima finestrella/sacchettino del calendario dell'avvento aperta (dubbi su quale possa essere il mio? A proposito, vi invito a...

Chiudi