Cucito creativoRegali fai da teTutorial

Il tovagliato non è solo per le tovaglie: borse per la spesa richiudibili

posted by Giulia Cimitan giugno 15, 2014 61 Comments
borsa spesa in stoffa richiudibile

La mia assenza dal blog in questo periodo è stata giustificata: come qualcuno già sa, infatti, sono stata a San Francisco per partecipare al Google Analytics Summit, un incontro annuale dedicato ai partner di Google dove vengono illustrate le ultime novità e tante funzionalità in anteprima.
Mentre la sera traffico nella mia craftroom e gestisco il blog, infatti, di giorno sono una digital analyst in un’agenzia di comunicazione, per cui Google Analyitcs è il mio pane quotidiano.
Il post su San Francisco ve lo sto preparando (ho fatto 400 foto, capitemi!), ma intanto vi voglio presentare un progetto nuovo nuovo.
Continua infatti la mia collaborazione con Stocktex, e nei prossimi mesi vi farò compagnia con un ciclo di post dove vi parlo dell’utilizzo alternativo di varie tipologie di tessuti.
Chi l’ha detto che il tovagliato serve solo per le tovaglie? E che con i tendaggi si possono fare solo tende?

borsa spesa in stoffa richiudibile

Il tovagliato è un tessuto spesso e resistente, caratteristiche che lo rendono ideale anche per la realizzazione di borse per la spesa (per cui il normale cotone è troppo sottile), che sono un regalo sempre gradito e utile.
Io l’ho utilizzato per realizzare delle borse richiudibili, regalo per le maestre in occasione della fine della scuola. Il momento della scelta dei regali per le maestre è spesso un parto, e un’idea può essere quella di ricorrere all’handmade scegliendo qualcosa che tutte noi usiamo ogni giorno.

borsa spesa in stoffa richiudibile

Le borse di queste foto sono realizzate con del tovagliato shabby chic con stampa a rose color panna, e il modello è un mio adattamento a partire dal tutorial delle borse richiudibili di Rosa Confetto, volto a rendere la chiusura più semplice e veloce.

tutorial-borse-spesa-richiudibili

Se volete cimentarvi anche voi, ecco cosa vi serve:
– 2 pezzi di stoffa di cm 50×40 per la borsa,
– 2 pezzi di stoffa di cm 7×40 per i manici,
– 30cm di elastico a sezione tonda
– 1 bottone a piacere

Un’altra versione di queste borse, con dei tessuti Stocktex in stile più optical (quasi seventies) ve l’avevo mostrato qui.

Nei prossimi post di questa serie vedremo tanti accessori da sera e per la spiaggia, e anche qualche “trucco della nonna” con la macchina da cucire.
Perciò, stay tuned!

Stocktex - tendaggi e tessuti

You may also like

61 Comments

Federica giugno 15, 2014 at 12:49

400 foto???? Wooooow!!!!! Non vedo l’ora di vederle!!! Quelle che selezionerai 😀
Bella idea poi della borsa con la tovaglia..sara il mio prox acquisto quando vado al mercato..perchè è un tessuto spesso e quindi più resistente 🙂
Baciiiii

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:19

Eheheh devo ammettere che la selezione è difficile, le terrei tutte ^^
Vedrai che il tovagliato per le borse va benissimo! Soprattutto quando fai spese che pesano un quintale, il cotone normale dopo un pò tende a cedere…baci 🙂

Reply
Barbara Saule giugno 15, 2014 at 12:52

Io aspetto con ansia i consigli della nonna allora, sono i migliori!
Queste borse sono a dir poco stupende! Anche a me piace moltissimo il tovagliato per le borse, trovo sia una delle stoffe più adatte in assoluto. Il tutorial di Rosa poi è fatto molto bene, anche io l’avevo usate per fare delle borse da regalare, ma devo ammettere che con il bottoncino mi piaccino tanto tanto di più!
Sarà mica colpa della mia fissazione per i bottoni? Sono il mio tesssssorrooo…
SMACK SMACK
Babi

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:48

Anche per me sono i migliori, sempre stati ^^
Il tutorial di Rosa è fatto molto bene, ma ho fatto questa revisione perché diverse persone a cui le ho regalate mi hanno fatto l’osservazione che secondo loro era un pò complesso chiuderle…mentre con l’elastico, rotolino e via 🙂
baci!

Reply
Barbara Saule giugno 15, 2014 at 12:53

PS: splendido il footer ora =*

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:46

Grazie polpetta, comunque non è definitivo, ci metterò mano in questi giorni ^^

Reply
Mariangela giugno 15, 2014 at 15:46

la stoffa mi piace moltissimo e le eco-borse, soprattutto quelle richiudibili, le trovo fantastiche. Io ne ho una in borsetta, 3 in auto e altre sparse in casa sempre a portata di mano.
Mary

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:44

Grazie Mary 🙂
Io ormai non so più quante ne ho, ma so che non sono mai abbastanza!
baci!

Reply
giusi giugno 15, 2014 at 16:35

Giulia sono bellissime …. bentornata … chissà che bella esperienza il tuo viaggio … un bacione

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:43

Grazie Giusi 🙂
Il viaggio è stato bellissimo, appena finisco di selezionare le foto vedrete!
bacioni!

Reply
silvia giugno 15, 2014 at 16:40

Non rimango affatto stupita delle 400 foto…io se vado fuori ho lo scatto compulsivo!!!! Bella idea come regalo…quando imparerò a cucire ci proverò anche io.

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:17

Ahahah anche io!! Infatti per fortuna che ero da sola, sennò sarei probabilmente stata linciata ;p

Reply
Cristina giugno 15, 2014 at 17:01

molto bello!!!! complimenti!!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:16

Grazie Cri 🙂 baci!

Reply
Clara giugno 15, 2014 at 17:09

Interessante come sempre! Questo tessuto mi piace molto e concordo con te sull’utilizzo diverso dal solito dei tessuti.
P.S.: San Francisco è magica, a me è piaciuta tantissimo….fatta passeggiata a Ghirardelli Square? E la baia con lo sfondo del mitico carcere di Alcatraz…..Ehhhhh…. ma avevo 24 anni!!!!!!!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:15

Alcatraz l’ho anche visitata, emozionantissimo! Io ho 28 anni, più o meno ci siamo 🙂

Reply
Clara giugno 15, 2014 at 17:11

Ma che brutto questo avatar che mi è stato “appioppato”!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:12

Ahahah mi sa che ora li cambio e metto i disegni geometrici, stavo facendo delle prove ;p
Comunque se hai un profilo google+ o facebook e commenti con quello, dovrebbe prendere la foto da lì e usare una foto reale

Reply
con le mani in pasta di mais giugno 15, 2014 at 18:25

complimenti Giulia per tutto poi le borse bellissime!
un bacio e buona serata simona:)

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:11

Grazie mille Simo, sei sempre carinissima 🙂

Reply
very giugno 15, 2014 at 21:29

Meravigliose le borse con il tovagliato!! Potrebbero essere anche delle ottime idee regalo!!
A presto!!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:09

Assolutamente sì, infatti anche per Natale potrei farci un pensierino ^^

Reply
ale giugno 15, 2014 at 23:08

deliziose queste borsette…e soprattutto utili!!;) baci, ale

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:05

Grazie Ale! Per me la shopping bag è una delle cose più utili che si possano cucire 🙂

Reply
le fate del feltro giugno 16, 2014 at 07:48

bellissime! le borse richiudibili sono super comode

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:39

Sottoscrivo 🙂 Io ormai non so più quante ne ho!!

Reply
Faby P. giugno 16, 2014 at 09:45

Ma che bella idea! Proverò!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 10:04

Grazie Faby, tienimi aggiornata!

Reply
ricreanna giugno 16, 2014 at 12:35

Mi piace l’idea del bottone per chiuderli, qualche anno fa io avevo fatto delle shopping bag riutilizzando quei grandi proteggi tovaglia quadrati che si trovano sulle tavole dei ristoranti, (dovevo fare delle borse ecologiche riciclando,faccio parte di Donne in campo e mi occupo di riciclo), purtroppo non ho avuto la tua idea e non le ho fatte richiudibili… Vorrei chiederti un piccolo piacere, sono passata anch’io a wordpress da poco, ho visto che nella lista di google friends ospitata dalle follower di blogger, oltre al titolo dell’articolo a te esce anche l’immagine, come hai fatto? Ciao, Anna.

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:59

Grazie Anna, bel progetto Donne in Campo 🙂
Riesci a mandarmi un esempio di quello di cui parli? Anche uno screenshot via mail, perchè non sono sicura di aver capito bene.
un bacio 🙂

Reply
irene giugno 16, 2014 at 12:48

Sono bellissime, tra l’altro il tessuto non si stropiccia neanche molto, brava!

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:56

Grazie Ire 🙂 Infatti ha fatto proprio una bellissima resa!

Reply
Laura giugno 16, 2014 at 12:58

Un ‘ottima idea !E’ vero e sempre difficile scegliere il regalo giusto per le maestre, credo che il fai da te sia sempre apprezzato!
Buona giornata
Laura

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:37

Grazie Laura 🙂 un bacione!

Reply
Maddalena giugno 16, 2014 at 16:10

Brava Giulia, allora è andata benissimo, sono contenta per te, anche io ho avuto un bel po di impegni, ma purtroppo niente viaggi !Adesso mare e uncinetto per un bel po !Queste borse sono molto belle e utili, tutti i tuoi consigli saranno i benvenuti !Un abbraccio forte e buon lavoro!
Maddalena

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:55

Mare, uncinetto e relax…come ti invidio Maddy!!
un bacione e a presto 🙂

Reply
clelia giugno 16, 2014 at 20:34

caspita: vengono davvero benissimo le borse con questo tessuto! e non vedo l’ora di leggere gli altri post…sai che quando si tratta di parlare di stoffe sono sempre felice!!!
Clelia

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 09:37

Eheh grazie sorella gufa 🙂
Ho deciso di fare una serie di post un pò particolari su utilizzi inusuali di varie tipologie di tessuto…ne vedrete delle belle (spero) ^^

Reply
Ilaria giugno 17, 2014 at 13:30

Ma fai un lavoro interessantissimo!!! Per me analytics è un grande, immenso, inesplorato punto interrogativo. Leggo due numeretti una volta al mese e via, senza capirci un tubo 😀
Non vedo l’ora di gustarmi i tuoi scatti di San Francisco, ho visto documentari, foto e racconti e mi affascina sempre più!
Le tue borse sono una meraviglia… questi tessuti sono l’ideale per borse e borselli, attendo le prossime novità 🙂

Reply
Giulia Cimitan giugno 17, 2014 at 14:19

La web analytics è un mondo enorme 🙂 Se hai dubbi, comunque, sono qui!
San Francisco è spaziale, ci sto mettendo un pò a fare il post perchè vorrei poter pubblicare TUTTO e sto cercando di condensare l’entusiasmo 🙂

Reply
Rose giugno 17, 2014 at 17:33

Mi raccomando non condensare troppo… piuttosto fai un ampio resoconto… a puntate!!!
Non vedo l’ora di vedere le foto!
PS Bella l’idea della borsa!l

Reply
Giulia Cimitan giugno 18, 2014 at 10:07

Non condenserò, promesso! 3 giorni, 3 puntate 🙂
baci!

Reply
Lisa giugno 17, 2014 at 23:30

Cavolo che belle Giulia! Ma quanto brava sei? Perbacco, complimenti, ora non vedo l’ora di capire cos’altro si può fare con le stoffe! Un abbraccio ciao
Lisa

Reply
Giulia Cimitan giugno 18, 2014 at 09:41

Grazie Lisa <3
Spero di poter dare qualche ispirazione interessante, un abbraccio!

Reply
Francesca giugno 17, 2014 at 23:57

Molto bella la borsa Giulia!! Il tutorial l’ho usato pure io in passato e proprio per il tovagliato! L’idea dell’ elastico la trovo geniale e molto più semplice da gestire.
Ti aspettiamo per lo shopping sfrenato del we….:-)
Fra

Reply
Giulia Cimitan giugno 18, 2014 at 10:06

Grazie Fra 🙂
In effetti l’idea dell’elastico deriva proprio da una serie di richieste del tipo “ma io ci metto un sacco a chiuderla”.
un bacione!

Reply
glo giugno 18, 2014 at 09:16

grazie ancora per questo tuto….ottima scelta di regalo…bello e utile…..bello il tuo viaggio di lavoro…aspetteremo un pò di fotine….glo

Reply
Giulia Cimitan giugno 18, 2014 at 10:06

Grazie Glo 🙂 Arrivano prestissimo!!!

Reply
San Francisco in 3 giorni - giorno 1 | Briciole e PuntiniBriciole e Puntini giugno 24, 2014 at 23:08

[…] Dicevo, quindi, grazie ad una preziosa occasione lavorativa ecco il mio primo viaggio a San Francisco, il mio primo viaggio in America, il mio primo volo intercontinentale da sola. Un’avventura. E una figata. Diciamo che non girare con altre persone che sono stanche/devono fare pipì/hanno una vescica all’alluce/non-gli-ispira-quella-cosa ha i suoi vantaggi, e ti permette di vedere tutto quello che vuoi con i tuoi tempi. Ciò che temevo, da persona ciarliera che sono, è la non-condivisione, invece non ne ho sofferto perchè San Francisco è una città molto amichevole, e basta sedersi in un posto qualsiasi per attirare sconosciuti che iniziano a fare due chiacchiere e finire magari col pranzare assieme. […]

Reply
nunù giugno 25, 2014 at 23:18

Cara Giulia,
ho risolto il problema degli aggiornamenti dei tuoi post!!!
Queste borsine sono utilissime e deliziose, un regalo sempre utile e gradito!
Bellissimi anche i bottoni ^-^
Un abbraccio
Nunù

Reply
Giulia Cimitan luglio 1, 2014 at 09:09

Grande!! Con il metodo rimozione e aggiunta che ti dicevo?
Così continuo ad indicarlo a chiunque abbia questo problema 🙂
baci!

Reply
Semplicemente Dani luglio 10, 2014 at 17:07

Molto belle le tue borsine, complimenti Giulia! Dani

Reply
Giulia Cimitan luglio 16, 2014 at 10:54

Grazie Dani! Un bacione 🙂

Reply
Come fare un fiocco nascita in 10 minuti senza cucire - tutorialBriciole e Puntini luglio 16, 2014 at 18:07

[…] Se vi siete perse il post precedente di questa serie, nel quale utilizzavo del tovagliato per creare delle borse richiudibili, potete leggerlo qui. […]

Reply
Diaper bag in stoffa cerata - Briciole e PuntiniBriciole e Puntini settembre 2, 2014 at 22:13

[…] per questo ho deciso di imbattermi in un progetto più corposo che, dopo le shopping bag richiudibili e il fiocco nascita in 10 minuti, fa parte della serie di post in collaborazione con Stocktex in […]

Reply
Mariella novembre 11, 2015 at 11:54

Complimenti, idea geniale quella del bottoncino e dell’elastico, ho già cucito anche io shopping bag prendendo spunto dal tutorial di Rosa Confetto ma la chiusura era in effetti un pò scomoda. Mi daresti due dritte sulla posizione in cui mettere elastico e bottoncino?
Complimenti per tutto, leggerti é sempre un piacere!

Reply
Giulia Cimitan novembre 12, 2015 at 07:43

Grazie Mariella 🙂
Per le posizioni esatte ora non saprei dirti perché ora non ne ho una qui con me da misurare, ma ti consiglio di provare a chiudere la borsa e prendere le misure, io la prima volta avevo fatto così.
Un bacio e buon lavoro!

Reply
Anna novembre 13, 2015 at 15:54

Bellissime Giulia ma mi chiedevo come fossi riuscita ad attaccare l’elastico

Reply
Giulia Cimitan novembre 15, 2015 at 16:05

Grazie Anna! L’ho cucito assieme al risvolto 😉

Reply
Paola maggio 18, 2016 at 14:16

Ma il tutorial c’è o no?!

Reply
Giulia Cimitan giugno 6, 2016 at 14:45

Ciao Paola, se hai letto il post avrai notato sicuramente che c’è il link al tutorial 🙂 Buon lavoro!

Reply

Lascia un commento:

Leggi articolo precedente:
spray profuma ambienti naturale fai da te
Come fare uno spray profuma ambienti fai da te

Io sono sempre stata una che sente un odore caratteristico in ogni casa, potrei entrare bendata in molte case e...

Chiudi